SaaS sconfigge la depressione Allacciate le cinture di sicurezza!

il terreno dell’economia si è fatto accidentato. Vincenzo Messina, Senior Solution Strategist ci dice come il Software come servizio (SaaS) può aiutare a conseguire risparmi sui costi, liberare le scarse risorse IT, accelerare lo sviluppo dell’Enterprise IT Management (EITM) e l’implementazione delle strategie aziendali.

Il vento della recessione è arrivato. Non c’è dubbio che la domanda mondiale di beni e servizi sia caduta rapidamente. Basta sintonizzarsi su un qualunque notiziario per sentire parlare di previsioni al ribasso, rallentamento della crescita, domanda di posti di lavoro in calo, borsa in zona rossa. E’ quindi raro trovare soluzioni che godano di una crescita palese e strategie aziendali che vivano un successo senza precedenti in un clima economico preoccupante. Si presenta in varie forme – ‘on demand’, ‘multi-tenant’, e ‘computing cloud’, per esempio – ma il termine più comune è ‘Software as a Service’ (SaaS). Comunque lo si voglia intendere, le applicazioni SaaS vengono eseguite sui server del provider SaaS, il quale ne gestisce l’accesso, la sicurezza, la disponibilità e le prestazioni.

Secondo IDC, SaaS diverrà un affare da 15 miliardi di dollari entro il 2012, al passo del 30% Compound Annual Growth Rate (CAGR) per i prossimi cinque anni. Uno studio di Forrester Research indica che i fornitori di SaaS battono la depressione economica con una crescita a due cifre delle entrate per le sottoscrizioni dei servizi offerti. Qual’è il mistero? Perché SaaS ha catturato la nostra immaginazione in un momento in cui i bilanci sono stati tagliati in tanti altri settori di IT?

La risposta è nel nome. SaaS è un modello di sfruttamento del software che dà alle imprese una maggiore flessibilità nel modo in cui distribuire, eseguire e finanziare le applicazioni. Molte organizzazioni non vogliono – o mancano delle risorse – per gestire una infrastruttura IT onerosa e non hanno il personale per mantenere nuove applicazioni per la gestione. Ora, ci si può collegare e abbonarsi ai servizi erogati attraverso una infrastruttura costruita per la condivisione tramite Internet. Quindi, perché le organizzazioni sono così entusiaste al riguardo?

In primo luogo, le applicazioni SaaS sono disponibili da qualsiasi computer connesso a Internet o da qualsiasi dispositivo e in qualsiasi momento, ovunque. Poiché la maggior parte delle persone hanno familiarità con l’uso di Internet per trovare ciò di cui hanno bisogno, le applicazioni SaaS tendono ad avere elevati tassi di adozione, con una curva di apprendimento inferiore. La seconda ragione – particolarmente pertinente nel clima economico attuale – è che le applicazioni SaaS sono basate sulla sottoscrizione di un abbonamento. Nessun costo di licenza significa costi iniziali inferiori. Avere il fornitore SaaS a gestire l’infrastruttura IT significa ridurre i costi IT per l’hardware, il software, e il numero di persone necessarie a gestire il tutto.

In terzo luogo, poiché il fornitore SaaS gestisce tutti gli aggiornamenti e la manutenzione, per i clienti non ci sono patch da scaricare o installare. Il fornitore SaaS gestisce anche la disponibilità, per cui non c’è bisogno di aggiungere hardware, software, o larghezza di banda al crescere degli utenti da servire. Infine, si può scalare senza limitazioni per soddisfare le richieste dei clienti. Molti fornitori di SaaS offrono anche funzionalità di personalizzazione per soddisfare esigenze specifiche. Inoltre, sono molti a fornire API che permettono di integrarsi con i sistemi ERP esistenti o con altri sistemi di produttività aziendale.

Un buon modo per capire il modello SaaS è pensare a come agisce una banca, che protegge la privacy di ogni singolo cliente ed eroga servizi affidabili e sicuri su vasta scala. In una banca, i clienti utilizzano tutti la stessa tecnologia e gli stessi sistemi finanziari, senza la preoccupazione che estranei accedano ai loro dati personali senza autorizzazione.

SaaS è la risposta a tutto ciò?

E’ quindi SaaS il miglior meccanismo in assoluto per utilizzare il software in ogni scenario? Probabilmente no. Per alcuni settori, iI modello “in casa” ha più senso, ad esempio, i sistemi di fatturazione utilizzati da fornitori di servizi di telecomunicazioni, o l’autenticazione degli utenti e il controllo degli accessi per gli ambienti mainframe. Inoltre, in alcuni segmenti di mercato, possono essere individuati anche modelli alternativi (né SaaS, né “in casa”) più adeguati.

Qualunque sia lo scenario, SaaS si sta comunque espandendo anche al di là della nicchia delle premesse iniziali di basso costo, facilità di implementazione, e sta diventando un importante motore per il “business computing” completamente integrato con le architatture complessive delle imprese. SaaS è in crescita a livello mondiale, con una crescente focalizzazione su applicazioni core quali la gestione delle risorse finanziarie e umane, dei sistemi di gestione dei “record”, non solo sulle applicazioni con cui è partita, più facilmente immaginabili cone esternalizzabili, quali ad esempio CRM, Sales Force Automation e piattaforme di collaborazione.

Per l’implementazione della strategia di Enterprise IT Management (EITM), SaaS offre un modo alternativo flessibile per ottenere dall’IT valore di business. EITM aiuta i dipartimenti IT, sotto pressione per essere più rispondenti ai requisiti di business e migliorare la qualità del servizio, ma anche per ridurre i costi, gestire il rischio in modo più efficace, e garantire la conformità normativa e allineare meglio gli investimenti IT con le priorità aziendali. Le suite integrate di offerte basate su SaaS riducono il tempo necessario a raggiungere tutti questi obiettivi. Ad esempio, il nuovo CA Clarity PPM on demand consente alle imprese di ottenere rapidamente la visibilità necessaria per migliorare la gestione del portafoglio, della domanda e dei progetti. Il risultato? Attuazione più rapida e costi da anticipare subito più ridotti.

Si tratta certamente di tempi difficili. CIO e responsabili IT sono messi sempre più sotto pressione da parte delle unità di business per fornire tecnologia utilizzabile più velocemente. In un contesto di mercato lento, le imprese non possono permettersi di attendere 18 mesi prima che uno sviluppo software sia rialsciato. SaaS è una alternativa flessibile che si traduce in velocità, facilità di implementazione, nessun investimento in conto capitale e un rapido ROI. Un modello costruito attorno alle esigenze degli utenti, non del software.

http://www.vincenzomessina.it

twitter: @vincemessina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: